Home
Chi siamo
Prenotazioni
Informazioni
Dicono di noi
Fotografie
Cielo Del Mese
Meteo
Inq. luminoso
Astro Test
Fasi Lunari
Lune di Giove
Il Sole oggi
Statuto
Vecchie News
Links
          Scrivici
:
  info@cielidolomitici.it


CLIMBERS OF THE SKY



Web Master:

Andrea De Nardin

andrasy94@gmail.com

 

 

 

 

NEWS 2012:

 

INAUGURAZIONE DOLOMITES CURIOSITY OBSERVATORY AL RIF. SCARPA

 


TRANSITO DI VENERE 2012

Mercoledì 6 giugno all'alba, Alvise Tomaselli, Chiara Zavarise e Claudio Pra hanno raggiunto con una salita in notturna il Col Margherita (sopra Passo S. Pellegrino) per osservare il transito di Venere sul disco solare. Inizialmente le condizioni meteo pessime, hanno fatto temere l' insuccesso. Successivamente una parziale schiarita temporanea ha invece premiato il tentativo. Tra tante nubi il Sole ha fatto di tanto in tanto capolino, permettendo ai tre di osservare e fotografare lo storico evento che non si ripeterà più fino al 2117.
Sotto quattro immagini dell'evento. Le prime due sono di Alvise Tomaselli mentre le altre di Claudio Pra
                                               

 


Con un brindisi e la consegna dell’ attestato di partecipazione, si è chiuso il corso base per astrofili organizzato dall’Associazione Astrofili Agordini Cieli Dolomitici. Undici  i partecipanti, che hanno seguito con interesse il programma proposto nelle tre serate previste, tenute in una sala degli impianti sportivi S. Tomaso messa a disposizione dal Comune. I temi trattati sono stati molteplici. Tra questi l’orientamento in cielo, i movimenti della volta stellata, cosa e come osservare a occhio nudo e con piccoli binocoli, l’uso del telescopio, fotografare il cielo. Argomenti che hanno catturato l’attenzione dei presenti, facendo scivolare via in modo piacevole le 6 ore di lezione. L’auspicio è di ritrovarli sotto le stelle, alla ricerca delle meraviglie che l’universo propone, ma anche solo per ammirare fenomeni semplici come un tramonto o un avvicinamento tra pianeti, cose alla portata di tutti ma trascurate dai più. In un suo libro il noto divulgatore Gabriele Vanin definisce gli astrofili i principi della notte. L’altra sera ne sono stati incoronati undici. Anche a loro è affidato il compito di portare avanti e tramandare una tradizione millenaria.


 

IN COMPAGNIA DI ORIONE  vedi foto e report

 


 


Dolomites Curiosity Observatory

 

Con l'inaugurazione prevista per il pomeriggio di sabato15 dicembre, finalmente un'altra realtà si concretizza e si aggiunge all'importante settore dell'astronomia che in questi ultimi anni è molto fertile grazie anche all'attiva partecipazione di numerosi astrofili.

Di cosa stiamo parlando? Semplicemente di uno degli osservatori più particolari ed innovativi nel panorama Italiano, realizzato presso il rifugio CAI Scarpa-Gurekian a 1735metri di quota, incastonato in un angolo di paradiso delle nostre Dolomiti, sotto le cime del monte Agner, ora patrimonio dell'Umanità.

Il nuovo giovane gestore del rifugio Aron Lazzaro, grazie alla sinergia delle realtà locali, in particolare l'Associazione Astrofili Agordini Cieli Dolomitici, la sezione CAI di Agordo , il comune di Frassenè Agordino e con la preziosa collaborazione dei due esperti Riccardo Cappellaro ed Omar Cauz, riesce così a concretizzare questo sogno che molti attendevano.

Il posto è stato scelto grazie allo spettacolare panorama su tutta la volta celeste e alla qualità del cielo notturno (SQM 21.6 in qualche occasione).

La vallata Agordina, tutti gli appasionati astrofili e non solo, potranno così usufruire , oltre al noto planetario di San Tomaso Agordino, anche di questa nuova 'base' osservativa.

Gli strumenti installati sono di notevole interesse: un telescopio per astrofotografia e visuale a postazione fissa robotizzato e remotizzato, con ottiche newton realizzate da Fausto Giacometti , un Dobson da 46 cm. ed un Schmidt-Cassegrain computerizzato da 20cm.

Grazie al facile accesso al rifugio, aperto tutto l'anno, si organizzeranno serate divulgative e workshop fotografici oltre a collaborazioni nella ricerca scientifico astronomica.

Per chi fosse interessato, tutte le informazioni del Dolomites Curiosity Observatory le potete trovare sul sito www.rifugioscarpa.it

 


 

 


 

Transito di Venere

Mercoledì 6 giugno all’alba andrà in scena il più importante avvenimento celeste del 2012, il transito del pianeta Venere sul Sole. Il fenomeno è puramente prospettico visto che in realtà Venere sarà lontano più di 100 milioni di km. dall’astro diurno ma, passando tra noi e la nostra stella, sembrerà muoversi a contatto con la superficie solare. L'evento è rarissimo, basti pensare che il prossimo transito si verificherà tra 105 anni, nel 2117. Purtroppo l’orario in cui avviene non è favorevole, dato che alle 5.20 bisognerà essere pronti ad accogliere la levata del Sole con venere già proiettato sul suo disco. Il lento movimento del pianeta verso l’uscita si compirà in un ora e mezza circa. Alle 6.50 tutto sarà finito. Il luogo da cui osservare dovrà possedere un ampiezza di orizzonte elevatissima nella direzione interessata dal fenomeno e per questo si dovrà quasi sicuramente raggiungere qualche valico o posto in altura per spianarsi l’orizzonte, ostruito probabilmente da ostacoli naturali nelle vallate. Passo Giau e Passo Valles sono due luoghi che si prestano come osservatorio.

Si raccomanda agli osservatori l’utilizzo di un filtro solare, sia che si osservi senza strumenti, con un piccolo binocolo o con un telescopio. Non schermare efficacemente la luce del Sole significa bruciarsi la retina.

Non ci resta che sperare nel meteo favorevole, condizione che se rispettata trasformerà il 6 giugno in una data storica, trascorsa la quale passeremo il testimone agli osservatori del 22° secolo.

Nell’immagine sotto la ricostruzione di tre momenti del fenomeno



 

 


 

AGOSTO CON CIELI DOLOMITICI

8 AGOSTO CENCENIGHE                  10 AGOSTO RIFUGIO BOTTARI                    14 AGOSTO RIFUGIO SCARPA

 


 

LE NOSTRE FOTO DELL'ECLISSE TOTALE DI LUNA DEL 15 GIUGNO 2011

 

 


 

MARATONA MESSIER 2011: IL RACCONTO

 


 

RADIO PIU’ TRASMETTE URANIA, IL NOTIZIARIO ASTRONOMICO SETTIMANALE

 

Grazie all’interessamento della nostra Associazione, prende il via da mercoledì 15 marzo un nuovo programma sull’emittente Agordina Radio Più. L'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) propone infatti un notiziario astronomico settimanale intitolato Urania, che verrà trasmesso:

 

mercoledì alle ore 14.40
giovedì alle ore 10.30 e alle 18.35
domenica alle ore 8.30

 

 





Attenzione la serata è stata spostata a Mercoledì 30 Maggio!!



 

Corso di Astronomia

 

 


 

ESCURSIONE A MALGA LASTE RIMANDATA AL 18 FEBBRAIO.