Home
Chi siamo
Prenotazioni
Informazioni
Dicono di noi
Fotografie
Cielo Del Mese
Meteo
Inq. luminoso
Astro Test
Fasi Lunari
Lune di Giove
Il Sole oggi
Statuto
Vecchie News
Links
          Scrivici
:
  info@cielidolomitici.it


CLIMBERS OF THE SKY



Web Master:

Andrea De Nardin

andrasy94@gmail.com

 

 

 

 

NEWS 2011:

LO SPETTACOLO DELLA LUNA ECLISSATA

 

Come avevamo preannunciato, il 10 dicembre si è verificata un eclisse totale di Luna, per i nostri luoghi risultata visibile come parziale. Il meteo perfetto e l’orario favorevole ha reso il fenomeno molto suggestivo. Infatti, appena dopo il tramonto del Sole, in un contesto ancora ben illuminato, è stato possibile ammirare la levata del nostro satellite eclissato per tre quarti. In questi casi lo sfondo fa la differenza e quando lo sfondo è disegnato dalle montagne più belle del mondo, le nostre Dolomiti, lo spettacolo non può che essere assicurato. Nell' immagine 1 e immagine 2 in allegato, scattate da Passo Giau, la Luna sorge nei pressi della Croda dei Toni e Cima Undici. La prima è stata ottenuta applicando una  Canon EOS 1000 D al fuoco diretto di un rifrattore da 80 mm. di diametro e 600 di focale. La seconda è stata invece ottenuta con una DigiCam Sony Cyber-shot, utilizzando una zoomata medio-ampia. L’immagine 3 in allegato è invece “più astronomica”, ed è stata ottenuta in proiezione all’oculare, interponendo tra una Canon EOS 1000 D e un rifrattore da 80 mm. di diametro e 600 di focale, un oculare da 25 mm. di focale.

Chiunque avesse scattato qualche foto o osservato il fenomeno non manchi di farsi sentire.

 

LO SPETTACOLO DI VENERE TRA LE DOLOMITI

 

Venere è notoriamente il pianeta più luminoso. Quando è presente in cielo non può non destare l’attenzione. In questo periodo è visibile dopo il tramonto del Sole, verso sud-ovest. L’immagine 4 in allegato, ripresa da Passo Giau la sera stessa dell’eclisse, lo ritrae sopra a cime innevate illuminate dalla Luna ormai libera dall’ombra terrestre. Tra le montagne sullo sfondo troneggia la Marmolada.

 

Le 4 foto di questa news sono state scattate da Claudio Pra.

 


 

LA MARATONA DEL CIELO RIPROPOSTA A TAIBON

 

Sabato 1 ottobre alle 20.30, presso la Sala ex-Municipio di Taibon, verrà riproposta la conferenza: “La maratona del cielo dal Rifugio Nuvolau”,  il racconto di un esperienza unica d’alta quota, consistente nell’osservazione dal tramonto all’alba, nel gelo di inizio marzo, degli oggetti contenuti nel famoso catalogo Messier, che contiene 110 gemme  tra le più belle del cielo ed è la bibbia per gli osservatori deep-sky. Ogni stagione porta con sé qualcuna di queste meraviglie, che gli astrofili osservano nel corso dell'anno. Non molti di loro hanno completato la "collezione". Altri ce l'hanno fatta dopo anni. Osservarli tutti (o quasi) in una sola nottata, in un periodo ben determinato dell'anno e con condizioni particolari, è un esperienza incredibile, che quanti hanno avuto la fortuna di vivere porteranno sempre nel cuore. Ma viverla da un luogo come il Nuvolau, in condizioni estreme è...da pazzi, o da sognatori.

"Venerdì 13 marzo 2010 ore 17.00. Il primo e il secondo lucchetto si sono aperti ma la serratura  della porta non ne vuole sapere. Provo ad aprirla più volte io, ci prova Vittorio, l’amico che con me ha deciso di vivere questa avventura dai 2575 metri del Nuvolau, magnifico balcone sul cielo sopra Passo Giau, immerso tra le Dolomiti Bellunesi. Siamo riusciti a convincere il gestore  del rifugio, chiuso in inverno, a darci le chiavi per poterci riparare di tanto in tanto durante la lunga notte dedicata alla Maratona Messier. Impensabile poter stare all’aperto tutto il tempo quassù, con il vento e il freddo intenso di fine inverno. Ma la porta non si apre e la frustrazione della rinuncia è palpabile..."

 


 

 

 

 

 

logo associazione astrofili agordini copia

 
CON CIELI DOLOMITICI UN ESTATE STELLARE!

VENERDI’ 29 LUGLIO ORE 21.00

Immagine2

LA MARATONA DEL CIELO DAL RIFUGIO NUVOLAU

(IL RACCONTO DI UN OSSERVAZIONE “ESTREMA” DEL CIELO, DAL TRAMONTO ALL’ALBA)

CONFERENZA CON PROIEZIONI

SALA DELLA BIBLIOTECA A CENCENIGHE


LUNEDI’ 8 AGOSTO ORE 21.00
Immagine1 


 
 

 SULLA SCIA DELLE COMETE

(FASCINO, MAGIA, STORIA E SCIENZA: TUTTO SUGLI OGGETTI PIU’ AFFASCINANTI DEL CIELO)

CONFERENZA CON PROIEZIONI

SALA DELLA GIOVENTU’ A CAVIOLA

 

MERCOLEDI’10 AGOSTO ORE 21.00

http://t1.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcRxzLoV6Pk-Cu1C738kYeS7pv6wfTQw9U7xXaC33StYeLTQt6pTEysPHlHIsg

SERATA OSSERVATIVA AL RIFUGIO BOTTARI

(OSSERVAZIONE STRUMENTALE DELLE MERAVIGLIE DELL’ UNIVERSO)

 

INOLTRE OGNI VENERDI’ ALLE 20.30

http://www.cielidolomitici.it/planet_2.jpg

SERATA DIVULGATIVA AL PLANETARIO DI S.TOMASO

(PIACEVOLE LEZIONE A LIVELLO BASE SUL CIELO STELLATO)

PER PARTECIPARE ALLE LEZIONI OCCORRE PRENOTARSI AL NUMERO TELEFONICO 0437/ 598004

 


 

ASSOCIAZIONE ASTROFILI AGORDINI

“CIELI DOLOMITICI”

  PRESENTA:

 LA PRODUZIONE DI ELEMENTI CHIMICI

IN UN UNIVERSO GERARCHICO

 

 CON LA PARTECIPAZIONE DI IVO SAVIANE
RESPONSABILE PER CONTO DELL’ESO
 (EUROPEAN SOUTHERN OBSERVATORY)
DELLE OPERAZIONI SCIENTIFICHE PRESSO L’OSSERVATORIO
DE LA SILLA IN CILE

 SABATO 28 MAGGIO ORE 20.30

AUDITORIUM DEL NUOVO CENTRO PARROCCHIALE AD AGORDO

 

 


 

 

 


 

OSSERVIAMO MERCURIO

Tra i cinque pianeti visibili a occhio nudo Mercurio è quello osservabile con più difficoltà. Le occasioni in cui riesce ad emergere dall’intensa luce solare tra la quale è quasi sempre immerso sono infatti limitate e durano pochi giorni. Una di questi rari momenti sta per arrivare e chi è interessato a dare un occhiata al pianeta più vicino al Sole dovrà cogliere l’attimo. Mercurio sarà infatti osservabile tra le luci del crepuscolo serale a partire da metà marzo. Proprio il 15 incontrerà il luminoso Giove, dando vita a una congiunzione spettacolare tra il pianeta più grande e quello più piccolo del Sistema Solare. La grande luminosità di Giove sarà anche utile come riferimento per l’individuazione del più debole Mercurio.

Il momento più favorevole per l’individuazione di Mercurio è però fissato per il 23, giorno in cui raggiungerà la massima distanza angolare dal Sole (18,6°) e in cui potremo trovare il pianeta più alto in cielo, con Giove invece molto più basso (vedi simulazione  in basso prevista per le ore 19.00).

Successivamente Mercurio si abbasserà e perderà notevolmente luminosità, rendendosi una preda  difficile fino a inizio aprile e in seguito impossibile, "inghiottito" dal Sole.  Con la fine di marzo terminerà il periodo di osservabilità del pianeta.

Per l’osservazione Il luogo adatto dovrà avere obbligatoriamente l’orizzonte molto aperto verso ovest. L’osservazione potrà cominciare una mezz’ora dopo il tramonto del  Sole, guardando più o meno proprio in quella direzione, tenendo presente che il cielo dovrà presentarsi privo di velature dense o foschia. Tra gli splendidi colori del crepuscolo, quando il cielo si sarà fatto discretamente scuro, non dovremo faticare più di tanto a notare una luminosa “stella” di color arancio. Un piccolo binocolo ci aiuterà a localizzare prima l’oggetto anche se, con l’avanzata più decisa del buio, risulterà visibile senza strumenti.

Buone osservazioni e fateci sapere come è andata!

 

 


 




CIASPOLATA SOTTO LE STELLE A PASSO CEREDA

 L' Associazione Helyos di Padova, che si occupa di divulgazione scientifica, storica e culturale, ha organizzato per il 26/27 febbraio un fine settimana al Rifugio "Casa Clara" a Passo Cereda (TN). La nostra Associazione è stata invitata a collaborare nella giornata di sabato 26, presentando una conferenza sul cielo stellato invernale seguita, dopo la cena, da una breve e facile ciaspolata in notturna sotto le stelle, con illustrazione delle costellazioni del periodo. Probabilmente ci sarà anche la possibilità di osservare con il telescopio qualche bell'oggetto. Essendo i posti a disposizione limitati, chi tra i nostri Associati fosse interessato a partecipare, deve comunicarci al più presto la sua intenzione scrivendo una e-mail a mariclod@alice.it (anche solo per informarsi). Il programma  prevede la conferenza astronomica alle 18.00 di sabato 26 febbraio, seguita dalla cena offerta dall'Associazione Helyos. Al termine della cena si parte per l'escursione con le ciaspe. Naturalmente chi vorrà partecipare dovrà munirsi di ciaspe e pila e indossare un abbigliamento adeguato.
A seconda di quanti saremo, ci si può organizzare per raggiungere Passo Cereda assieme.
Il ritorno è previsto a tarda notte.