Scrivici
:
  info@cielidolomitici.it


CLIMBERS OF THE SKY



Web Master:

Andrea De Nardin

andrasy94@gmail.com

 

 

 

 

San Tomaso Agordino                                                                            Data : 08/11/2004


OGGETTO:Associazione Astrofili Agordini Cieli Dolomitici e planetario

Universo e dintorni . Era nell’aria da tempo , troppo affascinante e intrigante l’universo con tutte le sue costellazioni e pianeti e così è nata da poco tempo , e per la precisione il 17 dicembre 2003 ,  a San Tomaso Agordino l’Associazione Astrofili Agordini Cieli Dolomitici , ovvero un’insieme di  appassionati di astronomia e dell’osservazione del cielo . Molti i motivi che hanno portato alla fondazione di questa Associazione , come ad esempio la volontà di condividere con molte altre persone questa passione cercando di diffondere in tutto l’Agordino l’interesse senza comunque porre confini e limiti geografici a tale evento . Fondamentale per entrare nel gruppo sono 2 cose : l’attrazione per il cielo o comunque per le scienze astronomiche e la voglia di fare gruppo . La voglia di fare c’è e l’impegno per organizzare iniziative non manca . L’Associazione Astrofili Agordini ha sede a San Tomaso , dove è stato allestito in questi ultimi tempi un planetario , di cui parleremo più avanti , ed è stato integrato ad esso un telescopio . Quindi l’Associazione ha già delle buone strutture di partenza e un consiglio direttivo ben organizzato che ha dato vita appunto a tale ente . Infatti Tomaso Avoscan ne è alla testa come  presidente mentre Alberto Bertini veste la carica di vice presidente .  Molto significativa la presenza nel direttivo dell’ex sindaco di San Tomaso Giovanni Battista Cibien e del figlio Andrea , quest’ultimo con il compito di aggiornare e di arricchire con news e avvenimenti il sito internet da lui stesso costruito . A tale sito , che porta il nome dell’associazione stessa , si può accedere tramite l’indirizzo digilander.libero.it/cielidolomitici/ . A completare il direttivo ci sono i soci fondatori Alessandro Gabrijelcic e Gianluca Succetti mentre Marzio Soppelsa ricopre la carica di tesoriere . Claudio Pra , Lino Tancon e Alvise Tomaselli sono i consiglieri . Le iscrizioni all’associazione sono aperte , con le quote sociali che variano da 15 a 30 euro e con il tesseramento che da poi diritto a partecipare alla vita associativa , con la possibilità di partecipare gratuitamente ai corsi e alle lezioni al planetario . L’accesso alla biblioteca dell’associazione conclude i privilegi cui ha diritto il tesserato . I recapiti e le informazioni si possono ottenere al Comune di San Tomaso in orari ufficio dal lunedì al sabato , da Paky computers a Cencenighe e da Agner Colori ad Agordo . L’osservatorio astronomico e il planetario è una struttura che è stata fortemente voluta dall’amministrazione comunale ed ha sede nell’ex municipio in località Celat . Il proposito di realizzare l’osservatorio astronomico con annesso il planetario era maturato una decina di anni fa . Finalmente ora il sogno si è realizzato , anche grazie al determinante intervento finanziario della Regione , della Comunità Montana Agordina e del consorzio Bim-Piave di Belluno . Il planetario (la sala di visione è dotata di 25 sedili circolari per gli spettatori e per gli accompagnatori) è alloggiato su di un piano sovrastato da una cupola di alluminio di quattro metri su telaio portante . Grazie ad un sofisticato apparato tecnologico , consente la riproduzione del cielo con qualcosa come 2.400 stelle ed i pianeti del sistema solare . Inoltre visualizza con alba e tramonto la via Lattea , oggetti galattici , nubi , la galassia in rotazione con cambiamento di forma durante la rotazione stessa , l’esplosione di una super nova con formazione di una nebulosa , la nascita di alcune stelle , l’eclissi di luna e sole . L’osservatorio astronomico dispone inoltre di un telescopio con configurazione ottica Richey Chretien computerizzato del diametro di 450 millimetri , che consente l’osservazione di pianeti, satelliti , stelle e di molti altri corpi celesti quali ammassi stellari , supernove , galassie . Grazie al sistema computerizzato , si può inoltre eseguire un rapido e facile puntamento di qualsiasi oggetto celeste desiderato , mentre uno speciale dispositivo Ccd permette il collegamento ad un computer con il monitor per rendere possibile l’osservazione a più persone contemporaneamente . Inoltre la posizione ottimale della struttura in frazione Celat , priva di inquinamento luminoso , rende possibile una visione ideale e pulita senza disturbi . Il centro astronomico provinciale “Emigranti” , questo è il nome , è stata inaugurato sabato 28 febbraio 2004 , con pubblico e autorità al completo  . Più di un centinaio le presenze , con in testa il presidente della provincia Oscar De Bona , l’assessore Flavia Colle , il prefetto ed il questore di Belluno . Inoltre presente l’Associazione bellunesi nel mondo con Gioacchino Bratti , l’assessore regionale Floriano Prà , il presidente dei comuni del Bim. Svalutato Ferro , quello della Comunità Montana Agordina Rizzieri Ongaro e il suo predecessore Elio Daurù . L’ Associazione Astrofili Agordini “Cieli Dolomitici” sta per tagliare il traguardo del suo primo anno di vita. Era infatti il 17 dicembre 2004 quando davanti al notaio ad Agordo nove soci fondatori diedero vita al gruppo di appassionati del cielo. In breve tempo da nove i soci sono diventati 120. Un anno ricco di soddisfazioni e di impegni. Il quadro delle manifestazioni organizzate da “Cieli Dolomitici” è stato ricco , anche se osteggiato dalle condizioni meteo . A gennaio serata osservativa dedicata a Saturno e alla Luna a Cencenighe nel quadro del programma “astronomia facile” . Ad aprile conferenza di Giuseppe De Donà (vicepresidente U.A.I) ad Agordo e sempre ad aprile serata osservativa dedicata a Giove e le sue lune principali al Centro Astronomico Provinciali “Emigranti” di S. Tomaso nel quadro del programma “astronomia facile” . In maggio serata osservativa dedicata alla cometa C/2001 Q 4 NEAT sul passo Valparola . Appuntamento saltato a causa delle condizioni sfavorevoli del tempo in ambedue le serata programmate . A giugno osservazione del transito di Venere sul disco solare a 122 anni dal precedente a Cencenighe  , nel quadro del programma “astronomia facile” (appuntamento a cui hanno partecipato 400 persone). Ad agosto serata dedicata all’osservazione del cielo estivo dal passo Giau nel quadro del programma “astronomia facile” . Infine ad ottobre serata dedicata all’osservazione della Luna a Cencenighe. Appuntamento saltato a causa delle sfavorevoli condizioni del tempo in ambedue le serate programmate.Oltre a questo ci sono stati un altro paio di appuntamenti che delle associazioni culturali hanno richiesto . Uno ad Agordo e uno a Caviola . A dicembre poi, sarà in uscita il terzo numero del giornalino destinato ai soci . Per completare il tutto ci sono le serate al planetario di S. Tomaso, curate da membri dell’associazione che hanno avuto un grande successo in agosto, grazie alla partecipazione di moltissimi villeggianti . Anche a livello di mass-media “Cieli Dolomitici” si è fatta conoscere grazie ad articoli, servizi radio e televisivi . Una foto scattata da un membro dell’associazione che ritrae Mercurio sullo sfondo delle Dolomiti è stata anche pubblicata dal mensile astronomico nazionale Nuovo Orione e sullo stesso, prossimamente, è in programma un intervista con alcuni rappresentanti del direttivo. Anche la strumentazione si è arricchita di un nuovo telescopio che servirà per le serate tra la gente e di un puntatore laser molto utile per indicare oggetti in cielo e che è impressionante con il suo raggio verde che sembra toccare le stelle.Per il futuro non mancheranno gli appuntamenti ad hoc per ammirare i fenomeni che si presenteranno in cielo e gli oggetti celesti più belli. Anche un ritrovo bimestrale tra i soci in sede dovrebbe partire con il 2005 e con questo la biblioteca. Prima però di pensare al 2005 c’è da completare questo 2004 con l’assemblea generale e la cena di fine anno. Poi si darà il via alla nuova campagna di tesseramento che vedrà i prezzi immutati rispetto al primo anno e cioè:

socio sostenitore da 30 euro

socio ordinario 20 euro

socio studente sopra i 16 anni 15 euro

socio studente sotto i 16 anni 10 euro

SERVIZIO DI DANIELE POLLAZZON