Scrivici
:
  info@cielidolomitici.it


CLIMBERS OF THE SKY



Web Master:

Andrea De Nardin

andrasy94@gmail.com

 

 

 

 

CLIMBERS OF THE SKY

the dreamers

La fatica
 
la cima
 
il giorno aggrappato all'ovest
 
l'azzurro che stinge in mille colori
 
colossi di pietra che toccano il cielo e con esso si fondono all’orizzonte
 
il silenzio,  i suoi sospiri
 
le tenebre
 
le stelle
 
l'estasi
 
il senso di pace turbato da una leggera inquietudine

 
l'abisso sopra la nostra testa e sotto i nostri piedi
 

                                                                                 Claudio Prà

La felicità, quello stato mentale in cima alla lista dei nostri desideri che ci fa stare così bene. La inseguiamo sempre, ogni tanto la raggiungiamo facendo le cose che ci piacciono di più. Altre volte si presenta inaspettata o in occasione di eventi particolari. In tutti i casi non ci accompagna per molto tempo. Si può definire un eccezione.

Salire su una delle nostre montagne in inverno con ai piedi le ciaspe (racchette da neve), immersi in luoghi da fiaba bianchissimi, oppure nelle altre stagioni che presentano scenari diversi e altrettanto belli e dopo la fatica arrivare a destinazione un po’ prima che il Sole tramonti. Ammirare le cime pitturate di un arancione intenso che via via si scolora, assistere a quello spettacolo di colori che si presentano in cielo quando l’astro del giorno va morire. Aspettare le stelle, i pianeti, le costellazioni che sembrano trovare il loro habitat ideale in quelle praterie celesti ancora immacolate dove la Via Lattea non può passare inosservata.

Osservare le maestose Dolomiti solcate e illuminate dalla Luna o seguire il loro profilo nell’oscurità. Rimanere estasiati dall’osservazione del cielo con un piccolo binocolo, che mostra quel che in città non si riesce a vedere con un grosso telescopio. Guardare le luci dei paesini a valle, laggiù lontane. Provare un brivido rendendosi conto che è notte e ci si trova su una montagna,  ma non voler essere in altro posto. Ritornare poi sui propri passi con l’aiuto di una pila frontale e  della Luna se c’è.

Vivere la montagna anche di notte. Tutto questo per noi è un modo per essere felici. L’amore per la montagna e per il cielo stellato fusi insieme. Qualcosa di incredibilmente appagante e suggestivo. Viviamo l’ascesa alla cima come una simbolica arrampicata verso il cielo.

Non crediamo di essere bravi o coraggiosi, nemmeno matti. Le nostre escursioni sono pianificate e anche la preparazione è adeguata a quel che ci aspetta. Naturalmente qualche rischio lo prendiamo ma crediamo e speriamo senza esagerare. Inseguiamo la felicità che lassù troviamo puntualmente. Un po’di spirito d’avventura e molta voglia di sognare a occhi aperti sono il nostro carburante. Climbers of the sky è tutto questo e forse molto altro.


Alcune delle nostre escursioni

16/10/2005 Nuvolau 2575 metri

Leggi

29/10/2005 Lagazuoi 2753 metri

Leggi

10/12/2005 Sasso Nero 2407 metri

Leggi

14/12/2005 Tissi 2262 metri

Leggi

04/01/2006 Col Di Lana 2452 metri

Leggi

05/02/2006 Piz Boè 3152 metri

Leggi

12/03/2006 Malga Laste 1868 metri

Leggi

 

 

 

 

 

Eva verso il monte Pore

Alvise sopra la Forcella Dei Negher

 

 

Claudio sul sentiero attrezzato del monte Mesola

Da sinistra a destra Claudio Pra, Alvise Tomaselli ed Eva Gabrieli, i Climbers

 

Galleria fotografica

Paesaggi e colori

Luna e montagne

Tramonti

Pianeti e stelle