Scrivici
:
  info@cielidolomitici.it


CLIMBERS OF THE SKY



Web Master:

Andrea De Nardin

andrasy94@gmail.com

 

 

 

 

NUVOLAU

di Claudio Prà

                                                                                                       

Mando un messaggino ad Eva e Alvise nella tarda mattinata: vista la giornata limpidissima e la Luna piena, perché non salire sul Nuvolau per vedere il tramonto, il cielo stellato e fare qualche fotografia da un autentico balcone sul cielo e sulle Dolomiti?

Mi risponde subito Eva entusiasta dell’idea. Alvise mi contatta più tardi: Ha qualche problema ma forse ci raggiungerà più tardi salendo da solo.

Sono circa le 16.30 quando io ed Eva lasciamo la macchina appena sotto passo Giau e ci inerpichiamo verso il Nuvolau:

noi andiamo su mentre gli escursionisti domenicali stanno rientrano prima del buio.

Guardandoci attorno è tutto magnifico; il cielo azzurrissimo, i prati verdi, le montagne da cartolina. Fa molto caldo nonostante la stagione e la tuta da sci che indosso è davvero fuori luogo. Scommettiamo che però, una volta tramontato il Sole e arrivati lassù, non rimpiangerò di essermela messa?

Arrivati al rifugio Averau, a una ventina di minuti dalla meta, incontriamo la neve (poca) che si fa però più consistente appena sopra (una trentina di centimetri). Mentre stiamo salendo lungo la cresta notiamo una figura più in basso: non può che essere Alvise! Infatti è lui. Mentre lo aspettiamo ci guardiamo attorno e rimaniamo folgorati dalla Luna piena che sta sorgendo da dietro il Sorapis illuminato dall’ultimo sole.

Con l’arrivo di Alvise riprende la marcia verso la cima che raggiungiamo in breve. Il sole è tramontato poco prima e i colori che lascia in eredità sono incredibili come incredibile è il panorama. Il Civetta è circondato da un rosa tenue mentre la Marmolada presenta un arancione accesissimo vista la vicinanza al punto dove l’astro del giorno è tramontato. Con il buio ecco Venere vicino alla stella alfa dello Scorpione, Antares. Si trovano vicini proprio alla Marmolada. Il quadretto è strepitoso! Poi Marte bassissimo con sotto le luci di Cortina. Da favola! Due ore in cima, rapiti da immagini indimenticabili e poi giù per un ora e venti di cammino fino alla macchina. La luna è come un proiettore intensissimo e le pile frontali possono anche rimanere spente. Un esperienza incredibile.

E’ cominciato tutto così. Dopo il Nuvolau non abbiamo più potuto fermarci. Troppo bello osservare e fotografare dalle cime il tramonto e il cielo stellato in cornici da favola. Le abbiamo definite escursioni astronomico-paesaggistiche. Si abbina la passione per il cielo  e per la montagna. Il fatto poi di Salire sui monti nel tardo pomeriggio e scendere al buio, anche in condizioni difficili, sa di avventura. Messo tutto assieme e mescolato ne è uscito un miscuglio bomba! Provare per credere.